Comunicati Stampa (65)

 

BRIANDATE. Continua a tenere banco il caso di Adil Belakhdim, il sindacalista del “Cobas Sì” investito ed ucciso a Briandate, in provincia di Novara, davanti all’ingresso del centro di distribuzione Lidl, nella mattinata di venerdì 18 giugno.

Al conducente del camion che avrebbe trasportato, per una decina di metri, il corpo della vittima, oltre a ferire altre quattro persone, sono stati accordati gli arresti domiciliari, in attesa di rispondere delle accuse di omicidio stradale, resistenza e omissione di soccorso. L’uomo, che avrebbe compiuto l’atto a seguito di un forte diverbio con i manifestanti, è stato fermato a distanza di qualche chilometro dal luogo dall’accaduto, dopo una breve fuga, all’altezza del casello autostradale di Novara Ovest.

SPOLETO. Nuova udienza per il processo per la morte di Nikola Duka, il 21enne scomparso il 14 marzo del 2019 in un incidente stradale avvenuto all’interno della galleria collante tra Forza di Cerro e Sant’Anatolia di Narco (SS 685). Il giovane, stando a quanto si apprende dalle prime ricostruzioni ancora in fase di accertamento definitivo, era alla guida della sua Lancia Y quando fu travolto da una vettura proveniente dalla corsia opposta. Il conducente di quest’ultima è indagato per omicidio stradale. 

Mercoledì, 16 Giugno 2021 22:11

Vogliamo ricordati così: ciao Claudio!

Scritto da

 

Dirti addio non è facile, caro Claudio. Abbiamo affrontato tante battaglie insieme, spalla a spalla, in giro per l'Italia e per il mondo. Te ne sei andato in un giorno di giugno, lasciandoci un grande vuoto. Eri una persona forte e coraggiosa, disposta al sacrificio, pronto a combattere per la verità. Sarà impossibile voltare pagina. Voglio ricordarti così, allegro e felice, come in questa foto, in uno dei nostri viaggi a Roma per difendere i nostri diritti associativi. Ti prometto che non mi fermo qui, in tuo onore ed in tua memoria. Continuerò a combattere per gli obiettivi che ci eravamo posti. Ti voglio Bene, Riposa in Pace. 

Alberto Pallotti

 

 

 

SPOLETO. Nel pomeriggio di martedì 25 maggio, si è tenuta, presso il Tribunale di Spoleto, un’udienza per il processo per la morte di Nikola Duka, scomparso il 14 marzo del 2019 in un incidente che ebbe luogo all’interno della galleria Forza di Cerro e Sant'Anatolia di Narco.  Il 21enne era alla guida della sua Lancia Y quando, stando alle prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, la Volvo dell’imputato A.B., indagato a piede libero per omicidio stradale, avrebbe invaso l’altra corsia, causando il fatale impatto frontale. Gli accertamenti prontamente effettuati dopo l’accaduto, attestarono la presenza di un tasso alcolemico superiore al consentito nel sangue dell’imputato.

 

VERONA. Nella giornata di lunedì 17 maggio, si è tenuta, presso il Tribunale di Verona, la prima vera udienza per il processo inerente la strage del bus ungherese. Il 20 gennaio del 2017, sull’Autostrada A1 Milano-Verona, all’altezza del comune di San Martino Buon Albergo, il mezzo di trasporto andò ad impattare contro un pilone dell’autostrada e nell’incidente che ne seguì, persero la vita 17 studenti di un liceo di Budapest. Ad un anno di distanza dall’accaduto, esalò l’ultimo respiro anche il professore eroe Vigh Gyorgy, che salvò alcuni ragazzi ma non i suoi figli nella strage.

AVERSA. Nella giornata di martedì 4 maggio si è tenuto, presso il comune di Aversa, l’associazione  “Ai cittadini Aversani per la rinascita del cimitero”  ha incontrato, presso la sede comunale, il neo assessore al cimitero, Francesco Sagliocco, ed i consiglieri Roberto Romano ed Emanuele Turco.

 

TERAMO. 3 anni ed 8 mesi di condanna per omicidio stradale e revoca della patente. È la sentenza che il Gup di Teramo, dott. Lorenzo Putenzano, ha inflitto ad Alessandro Di Giacinto, 33enne che, nella serata del 3 novembre del 2019, in stato di ebbrezza, causò, nel comune di Montorio, un incidente frontale, in cui perse la vita una 87enne.

 

Il verdetto arriva su rito abbreviato, come richiesto dalla difesa dell'imputato, ed è maggiore di quanto avesse richiesto il Pubblico Ministero nelle fasi preliminari (2 anni in carcere). L'imputato aveva già scontato una recidiva per stato di ebbrezza in passato.

 

 

CATANIA. Un ergastolo di dolore. E’ questo il titolo della canzone che Agatino Crisafulli ha cantato per il fratello Mimmo, scomparso il 6 marzo del 2017 (ore 22:43) in un incidente stradale avvenuto all’altezza dell’incrocio da via Del Bosco e via De Logu, nel quartiere Barriera di Catania. Per il giovane 25enne, padre di due bambini ed in sella al suo scooter Honda SH, fu fatale l’impatto con una Smart Fortwo.

 

A distanza di poco più di quattro anni, continua la battaglia della famiglia, contrariata per la sentenza pronunciata contro l’imputata Anastasia Conti dal Giudice dell’udienza Preliminare. La conducente della Smart Fortwo, a seguito di richiesta di patteggiamento accordata dal PM, fu condannata a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con la condizionale, per omicidio stradale. A fronte del rifiuto del ricorso da parte della corte di Cassazione di Roma, papà Pietro non si è arreso ed è pronto a giungere al cospetto della Corte Europea. Sarà quest’ultima a determinare se il patteggiamento, in casi di omicidio stradale, può essere ritenuto legittimo o meno.

 

AVERSA. Nella giornata di sabato 24 aprile sono avvenuti diversi cambiamenti all’interno dell’amministrazione del comune di Aversa targata Alfonso Golia.

 

A fronte delle dimissioni rassegnate, nella giornata di mercoledì 21 aprile, dal vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Benedetto Zoccola, dall’assessore con delega all’Urbanistica Eleonora Giovene di Girasole e da Mario De Michele, delegato alle attività produttive, sono stati nominati i nuovi assessori. A subentrare sono Giovanni Innocenti (Pubblica istruzione, Edilizia scolastica, Personale, Polizia municipale, Protezione civile, Sicurezza, Rapporti con Asl, Rapporti con Provincia), Francesco Sagliocco (Attività produttive, Polizia amministrativa, Affari legali, Servizi demografici, Cimitero, Rapporti con il Consiglio comunale) e Marco Villano (nuovo vicesindaco con delega a Urbanistica, Lavori pubblici e Patrimonio).

 

ROMA. 411 morti in meno nel quinquennio 2016-2021 rispetto ai cinque anni precedenti, prendendo in esame 14 città metropolitane italiane. E’ il risultato più evidente della legge sull’omicidio stradale divenuta realtà, durante il Governo Renzi, con la legge 41 del 23 marzo 2016. Sono, invece, 2455 gli indagati per omicidio colposo e 1882 per lesioni.

Stando a quanto riporta un articolo a firma di Marina Fanara (visionabile al seguente link https://www.lautomobile.aci.it/articoli/2021/04/09/anci-omicidio-stradale-la-legge-funziona.html), hanno avuto luogo “2.837 incidenti mortali, che hanno causato 2.932 decessi, di cui 1.014 pedoni e 232 ciclisti, e  si sta ponendo 306.746 sinistri con feriti. Considerando le grandi aree urbane, al primo posto c'è Roma dove negli ultimi 5 anni, sempre in base dall'attività della Polizia locale, si sono verificati 622 incidenti con 635 morti, seguono Milano (197 sinistri e 201 decessi), Napoli (137 incidenti mortali con 138 vittime), Torino (126 sinistri e 129 morti) e Genova (97 sinistri con 99 decessi)”.

Pagina 1 di 5

Facebook Fan Page

330443441

Sostieni l'associazione

Sostieni

AIFVS ODV

  • WhatsApp_Image_2019-12-05_at_214116.jpeg
  • WhatsApp_Image_2019-12-05_at_214135.jpeg
  • WhatsApp_Image_2019-12-05_at_2141161.jpeg
  • WhatsApp_Image_2019-12-05_at_2141351.jpeg
  • WhatsApp_Image_2020-01-14_at_184356.jpeg
  • xwqz095246.jpg
  • xwqz185268.jpg
  • xwqz486768.jpg

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada ODV

Aifvs ODV Sede Legale in Via Stazione 5 Castelnuovo del Garda Verona

Codice Fiscale: 97184320584

Presidente: Alberto Pallotti

Numero Cellulare: 3921881975

Iban: IT90D0335901600100000077041

Youtube AIFVS ODV

La 10° puntata andrà in onda il prossimo 03/06/2021, alle ore 21:30
La 10° puntata Ingiustizie “Processo omicidio Stradale – Diamo voce a chi non può difendersi” andrà in onda il prossimo 03/06/2021, alle ore 21:30, la trasmissione sarà in diretta da Aversa; Ospiti il presidente Alberto Pallotti- AIFVS ODV- Elena Ronzullo, Presidente A.M.C.V.S ODV, Avv. Walter Rapattoni Convenzionato AIFVS ODV- Rezana
La 10° puntata   andrà in onda il prossimo 03/06/2021, alle ore 21:30

01:26:35
Views: 8
La 10° puntata andrà in onda il prossimo 03/06/2021, alle ore 21:30

Contattaci

330443441