Vigili urbani presi in giro su Facebook, una denuncia

on . Postato in Attualità e notizie

Vigili urbani presi in giro su Facebook, una denuncia

Modica - Uno scatto immortala due ausiliarie del traffico intente entrambe a elevare allo stesso veicolo una contravvenzione per violazione al codice della strada. Ed è sfottò e polemica. La foto ha fatto il giro del web attraverso il noto social network Fabebook, ricevendo numerosi commenti.

E la polizia locale di Modica non ci sta. Alcuni commenti postati, infatti, sarebbero ritenuti “offensivi e lesivi, diffamanti e oltraggiosi nei confronti di tutti gli appartenenti al Corpo di polizia municipale”. Il comandante della polizia locale, Giuseppe Pediglieri, allora, ha denunciato il fatto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa perché sia accertata l’eventuale esistenza di reato.

Non si sa chi sia stato l’autore dello scatto della discordia, che ha messo alla berlina le due ausiliarie del traffico mentre svolgevano le loro mansioni quotidiane, ed è riuscito a irritare l’intero Corpo dei vigili urbani. Sta di fatto che il comandante della polizia locale ha chiesto alla magistratura inquirente di valutare se si possano ravvisare estremi penali a carico proprio del o degli autori della pubblicazione della fotografia, trasmettendo, a corredo, anche un supporto informatico contenente le immagini e i commenti estrapolati da Facebook.

Certo, chi ha scattato la foto non è responsabile né di quanto stessero facendo le due ausiliarie, che peraltro non viene contestato dalla polizia locale di Modica, cosa che farebbe evincere che veramente si sia registrato l’errore immortalato dalla foto che non sarebbe, quindi, fuorviante, né dei commenti postati, di cui devono assumersi le responsabilità, come sembrerebbe più logico, i singoli autori che li hanno inseriti e resi pubblici su Facebook.

Resta da capire se la Procura della Repubblica di Ragusa riterrà un illecito pubblicare la fotografia che ha scatenato i commenti, tra cui parecchi anche satirici, sul lavoro degli agenti della polizia municipale e degli ausiliari del traffico.

Loro, ad ogni modo, proseguono nel lavoro quotidiano, facendo di fatto parte della vita della città. Sotto la pioggia, sotto il sole battente o se c’è un vento sferzante una divisa blu di vigile urbano o di ausiliario del traffico non manca di fare capolino tra le autovetture parcheggiate per effettuare i controlli o in mezzo al traffico per disciplinarlo.

Valentina Raffa

http://www.ragusanews.com/articolo/37486/vigili-urbani-presi-in-giro-su-facebook-una-denuncia

 

Cambiano esame per la patente e codice della strada. I nuovi quiz dovevano partire a ottobre, sono stati rimandati a novembre e poi a dicembre. Queste sono le novità in arrivo.

on . Postato in Attualità e notizie

Cambiano esame per la patente e codice della strada. I nuovi quiz dovevano partire a ottobre, sono stati rimandati a novembre e poi a dicembre. Queste sono le novità in arrivo.

Quali sono le differenze fra i vecchi i nuovi quiz?
Con i quiz in vigore dal 3 gennaio 2011 ogni candidato doveva rispondere a  40 quesiti. Nei nuovi ci sono le correzioni di circa 300 proposizioni mal formulate o di difficile interpretazione e vengono introdotti nuovi argomenti legati all'entrata in vigore delle norme europee il 19 gennaio scorso. Ci saranno 750 quesiti in più. Gli esami si possono svolgere oltre che in italiano, in tedesco o in francese. È possibile chiedere la lettura in audio della scheda quiz. 

Quali sono gli argomenti su cui sono state aggiunte domande?
Questo l’elenco preparato dal Network di autoscuole La Nuova Guida. Comportamento ai passaggi a livello, campo visivo del conducente e uso degli specchi retrovisori, traino di un rimorchio, uso delle luci, uso delle cinture di sicurezza, uso del casco, abbigliamento di sicurezza per il motociclista, patenti e sanzioni, percezione del motociclista da parte di altri utenti della strada, fattori di rischio sulla strada, conoscenza di elementi del veicolo particolarmente importanti per la sicurezza.  

Ci si avvicina all’Europa?
Sì, si cerca di uniformare le patenti dell’Unione. Il database arriva a circa 7.200 quiz, in Spagna ne hanno 15.500 per rendere più difficoltoso imparare esclusivamente a memoria. Le scuole guida hanno già i nuovi test per conseguire la patente A e B (li trovate qui). La preparazione può essere fatta su entrambi. 

Per chi sono questi nuovi quiz?
Si prospetta un'unica prova teorica degli esami per il conseguimento delle patenti A1, A2, A, B1, B e BE perché non è più prevista la ripetizione dell’esame per chi volesse estendere una delle patenti di categoria A, per le moto, a quelle di categoria B, e viceversa. La preparazione deve quindi essere completa per tutti i tipi di veicolo. 

Quali sono le nuove patenti?
Le trovate tutte sul sito del Ministero dei Trasporti. La AM  per i motorini, tricicli e quadricicli con velocità massima 45 chilometri all’ora. Sempre per le moto la A1 dai 16 anni e la A2 dai 18. La B è la classica per la macchina, la BE ha in più la possibilità di guidare veicoli con un rimorchio.

Ci sono novità anche per chi la patente ce l’ha già?
Entro i prossimi mesi dovrebbe essere sancito l’addio definitivo al bollino di convalida per il rinnovo della patente,come accaduto finora. A ogni convalida arriverà una nuova patente in formato tessera, un documento uniforme in tutta Europa più difficile da contraffare. Si rinnova anche la fotografia e non resta a vita quella fatta a 18 anni. I costi vanno dai 50 ai 100 euro. Fatto il rinnovo con la visita medica  verrà consegnata una ricevuta elettronica che permetterà di guidare solo in Italia fino all’arrivo della nuova patente. 

E il codice della strada?
Sta per cambiare anche quello, ma qui c’è la possibilità di partecipare al cambiamento. Sul portale dell’automobilista c’è uno spazio aperto di intervento. Fino al 31 maggio 2014 si possono inserire suggerimenti e considerazioni per la revisione del codice della strada. Fra gli obiettivi della riforma l’inasprimento delle pene per chi guida sotto l’effetto di droghe o alcol e la tutela di ciclisti e pedoni, finora comprimari per le leggi. Per chi va in bici dovrebbe aggiungersi diritti, ma anche doveri, come quello di rendersi visibili di notte. Il codice dovrebbe assottigliarsi: da più di 200 a 70-80 articoli.

 

http://www.vanityfair.it/news/italia/13/12/10/nuovi-quiz-esame-patente

NUOVO CODICE DELLA STRADA, I CITTADINI POSSONO INVIARE SUGGERIMENTI

on . Postato in Attualità e notizie

NUOVO CODICE DELLA STRADA, I CITTADINI POSSONO INVIARE SUGGERIMENTI

FIRENZE – Volete migliorare la sicurezza stradale? Avete idee in proposito? Potete contribuire alla riforma delCodice della Strada inviando le vostre proposte. Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha previsto che da oggi sulla homepage del Portale dell’Automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it) si può aiutare lo Stato a migliorare la sicurezza stradale, magari aiutando ad evitare incidenti mortali.

Si deve cliccare nella sezione Nuovo Codice della Strada per lasciare il proprio messaggio con proposte di modifica e di nuove norme. Lo spazio resterà aperto fino al 31 maggio 2014.

«Il nuovo codice -spiega il sottosegretario Erasmo D’Angelis- sarà più leggibile, snello, con 70-80 articoli, un terzo di oggi, e verrà distribuito anche nelle scuole».

Ovviamente sarà centrale il tema della sicurezza stradale perché i numeri sono drammatici:il 2012 si è chiuso con 3.650 morti e 260.500 feriti, e negli ultimi 12 anni per incidenti stradali in Italia sono morte 63.941 persone con 3.918.352 feriti e invalidi. C’è bisogno di una maggiore responsabilizzazione di chi guida.

 

http://www.firenzepost.it/2013/12/09/nuovo-codice-della-strada-i-cittadini-possono-inviare-suggerimenti/

 

 

Sécurité routière : Le nombre de morts en forte baisse en novembre

on . Postato in Attualità e notizie

Sécurité routière : Le nombre de morts en forte baisse en novembre

Bons chiffres pour la Sécurité routière. Après une légère hausse en octobre, le nombre de morts sur les routes a enregistré un fort recul de 15% en novembre par rapport à novembre 2012. 

Au total, 248 personnes ont perdu la vie, contre 292 en novembre 2012, a annoncé mardi la Sécurité routière. Le nombre de blessés a baissé de 4,1% (6.153 contre 6.419 un an plus tôt) et les accidents corporels de 3,6% (4.989 contre 5.175 en novembre 2012). 

Sur les onze premiers mois de l'année, le nombre de morts a baissé de 11,7% par rapport aux mêmes mois de 2012, avec un total de 2 943 décès, ce qui représente "391 vies sauvées", souligne la Sécurité routière. 

http://www.zinfos974.com/Securite-routiere-Le-nombre-de-morts-en-forte-baisse-en-novembre_a65394.html

 

Un court métrage de Guillaume Canet contre l'alcool au volant sur les écrans mercredi

on . Postato in Attualità e notizie

Un court métrage de Guillaume Canet contre l'alcool au volant sur les écrans mercredi

 

Un court métrage de l'acteur et réalisateur Guillaume Canet sur les dangers de l'alcool au volant, en collaboration avec l'association Ferdinand du comédien Patrick Chesnais et la Fondation Vinci Autoroutes, va être diffusé à partir de mercredi au cinéma et à la télévision, a-t-il annoncé mardi.

 

"C'est un peu plus qu'un film sur la sécurité routière", a expliqué à l'AFP Guillaume Canet. "L'idée, c'est d'essayer de faire réagir les jeunes, mais sans être moralisateur, ni vieillot."

 

L'alcool est responsable d'un accident mortel sur trois sur les routes françaises. Les 18-24 ans, qui représentent 9 % de la population française, comptent pour 26 % parmi les morts dus à l'alcool, selon la Sécurité routière.

 

Ce film d'un peu moins de deux minutes sera diffusé entre le 11 et le 18 décembre dans les cinémas des groupes UGC, Gaumont-Pathé et CGR, et à la télévision sur France 2, BFM TV, NRJ12 et les chaînes du groupe M6.

 

Il raconte l'histoire d'un jeune couple, au travers de plusieurs saynètes, de sa rencontre jusqu'à un accident de la route après une soirée alcoolisée.

 

"On peut être ivres de plein de choses dans la vie", explique Guillaume Canet, qui s'est basé sur "un scénario déjà pratiquement écrit", qu'il a "un peu retravaillé".

 

Le réalisateur s'est lancé bénévolement dans ce court métrage, intitulé "Ivresse", à la demande de Patrick Chesnais, engagé de longue date sur le sujet.

 

En 2006, M. Chesnais avait perdu son fils Ferdinand dans un accident de la route lié à l'alcool. Il a créé en 2007 l'association Ferdinand, pour laquelle il a depuis réalisé huit courts métrages sur les dangers de l'alcool au volant, essentiellement adressés aux jeunes.

 

"On ne peut pas ne pas être touché par sa démarche et par le drame qu'il a vécu en tant que père. Je suis moi-même un jeune père et je ne suis pas insensible à tout ça", confie Guillaume Canet, qui a "perdu des gens de (sa) famille dans des accidents de voiture".

 

"Le peu de personnes que ça sensibilisera, ce sera toujours ça", conclut-il.

 

Le court métrage sera diffusé sur le site www.roulons-autrement.com, créé par la Fondation Vinci Autoroutes. Cette plateforme rassemble des vidéos sur la sécurité routière collectées à travers le monde entier.

http://www.lepoint.fr/auto-addict/actualites/un-court-metrage-de-guillaume-canet-contre-l-alcool-au-volant-sur-les-ecrans-mercredi-10-12-2013-1767074_683.php