Santo Stefano di sangue, schianto mortale tra due auto: perde la vita un 30enne Foto. Avellino – Incidente mortale nell’area pip a Misciano. Ancora da chiarire la dinamica dello scontro in cui sarebbero state coinvolte due autovetture che procedevano in d

on . Postato in Attualità e notizie

Santo Stefano di sangue, schianto mortale tra due auto: perde la vita un 30enne Foto. Avellino – Incidente mortale nell’area pip a Misciano. Ancora da chiarire la dinamica dello scontro in cui sarebbero state coinvolte due autovetture che procedevano in direzioni opposte. Un impatto violentissimo nel corso del quale ha perso la vita un giovane originario di Mercato San Severino, Felice Straccia. Sul posto, per effettuare, i rilievi del caso i carabinieri. Intervenuti anche i vigili del fuoco della centrale operativa di Avellino e gli operatori del 118, i volontari della Pro Civis Montoro.

Da una prima ricostruzione sembrerebbe che la Fiat Punto su cui ha perso la vita Felice Straccia era guidata da una ragazza con a bordo un’altra donna. Nell’imboccare una curva l’auto è slittata sul fondo bagnato invadendo l’altra corsia di marcia andandosi a schiantare contro un’altra Fiat Grande Punto, con a bordo due ragazzi che viaggiava in senso opposto. Nell’impatto il 30enne seduto sul sedile posteriore ha avuto la peggio. Le due ragazze sono entrambe ricoverate. La guidatrice ha prima ricevuto le prime cure all’ospedale Landolfi, poi è stata trasferita a Nocera. La seconda ha riportato diverse fratture ed è ricoverata all’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino.

http://avellino.ottopagine.net/2013/12/27/schianto-mortale-tra-due-auto/

 

Binge drinking, un fenomeno sempre più diffuso tra i giovani italiani di Azzurra Sichera. Categoria: Benessere, Salute Con il termine “binge drinking” si indica in gergo l’assunzione di cinque o più superalcolici in una sola volta o comunque in un lasso d

on . Postato in Attualità e notizie

Binge drinking, un fenomeno sempre più diffuso tra i giovani italiani
di Azzurra Sichera. Categoria: Benessere, Salute
Con il termine “binge drinking” si indica in gergo l’assunzione di cinque o più superalcolici in una sola volta o comunque in un lasso di tempo molto breve.
Un fenomeno quasi di costume, che sta prendendo sempre più piede tra i giovani italiani, già a partire dall’adolescenza. Durante un seminario organizzato a Torino sono stati presentati i risultati di due indagini qualitative, realizzata dalla società Ecletica, condotte in tre città (Torino, Roma e Salerno) e sul web, che ha dato voce a un campione di 134 adolescenti (tra i 15 e i 17 anni) e giovani (22-24 anni) che praticano abitualmente il binge drinking.

Il dato che è emerso dalle rilevazione è che per i ragazzi italiani c’è differenza tra ubriacarsi e essere brilli: bere cinque o più superalcolici secondo gli intervistati non è sinonimo di ubriacatura. Il binge drinking invece, è solo un momento di condivisione non considerato pericoloso o dannoso.

Molto diverso è quindi l’atteggiamento nei confronti del binge drinking, perché, come spiega Franca Beccaria responsabile di Eclectica e coordinatrice della ricerca, “se in Italia anche nelle nuove generazioni permane una connotazione negativa dell’ubriachezza e delle sue conseguenze, che si accentua crescendo (l’ubriachezza può arrecare danno a sé e agli altri e rovinare una serata), l’ebbrezza è vista come un collante sociale ed è considerata uno stato ottimale per godere della compagnia degli amici”.

“Se le cose stanno così – ha dichiarato Silvano Bertelloni, ex presidente della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza e membro del Direttivo dell’Associazione Laboratorio Adolescenza -, c’è ben poco da stare tranquilli. Che si raggiunga l’ubriachezza o meno cambia poco dal punto di vista del grave danno sulla salute, specie se non si tratta di un evento isolato ma abitudinario. Lo stato di ebbrezza è già sintomo di impatto sul sistema nervoso centrale e, quindi, di un effetto prodotto da un‘assunzione di alcol non equilibrata. A questo si aggiunge che utilizzare l’alcol, che è un alimento e come tale deve essere trattato, come disinibitore per facilitare le relazioni sociali è già di per se un uso scorretto e pericoloso, indipendentemente dalle dosi assunte”.

17 dicembre 2013

http://www.si24.it/2013/12/17/binge-drinking-un-fenomeno-sempre-piu-diffuso-tra-i-giovani-italiani/23853/

 

Incidente causato da un rumeno drogato, ad Aprilia. Sei persone sono rimaste ferite in un incidente verificatosi ieri sera in via Nettunense, ad Aprilia, vicino alla stazione di Campo di Carne. Un'auto Ford Ka, con alla guida un rumeno, si è scontrata fro

on . Postato in Attualità e notizie

Incidente causato da un rumeno drogato, ad Aprilia. Sei persone sono rimaste ferite in un incidente verificatosi ieri sera in via Nettunense, ad Aprilia, vicino alla stazione di Campo di Carne. Un'auto Ford Ka, con alla guida un rumeno, si è scontrata frontalmente con una Fiat Panda, sulla quale viaggiavano due famiglie di italiani, mentre procedeva controsenso, probabilmente durante un sorpasso.

Accident provocat de un roman drogate, in Aprilia. Sase oameni au fost raniti intr-un accident produs ieri seara in via Nettunense din Aprilia, in apropierea statiei Campo di Carne. Un autoturism Ford Ka, la volanul caruia se afla un roman, a lovit frontal un Fiat Panda, la bordul caruia calatoreau doua familii de italieni, in timp ce se afla pe contrasens, cel mai probabile in faza de depasire.

Cele cinci persoane din Fiat au fost duse cu ambulantele la spitalele din Anzio si Latina, iar o fetita de 9 ani a ajuns la spitalul pediatric Bambino Gesù din Roma, in stare grava. Un catelus care se afla alaturi de ei in masina, a murit in urma impactului violent.

Romanul vinovat de producerea accidentului a ajuns la spitalul din Aprilia, iar in urma testelor de sange a reiesit ca se afla sub influenta drogurilor si a alcoolului.

http://romaniinitalia.net/ro/component/content/article/1-general/5222-accident-aprilia-roma-26-decembrie-roman-drogat-ford-ka-italieni-raniti.html

 

CAMERUN. Sicurezza stradale: ritornano alla grande i controlli stradali. DA UN LUOGO detto Bonassama a Bonabéri. Proprio davanti al tribunale di prima istanza in costruzione, un posto di blocco della polizia è stato posto questo lunedì 22 dicembre 2013. M

on . Postato in Attualità e notizie

CAMERUN. Sicurezza stradale: ritornano alla grande i controlli stradali. DA UN LUOGO detto Bonassama a Bonabéri. Proprio davanti al tribunale di prima istanza in costruzione, un posto di blocco della polizia è stato posto questo lunedì 22 dicembre 2013. Molto presto, fin dalle otto, i controlli sono già iniziati. Vetture personali o di trasporto pubblico, tutte sono controllate. I poliziotti che assicurano questi controlli hanno previsto tutto, delle barriere ed un motociclista per riprendere gli eventuali fuggiaschi. Anche se la brevità (talvolta meno di un minuto) di alcuni controlli rispetto agli altri può gettare discredito sull'operazione, è tuttavia vero che i controlli stradali sono effettivamente operativi. Su numerosi altri assi stradali della capitale economica camerunese, sono evidenti.

Sécurité routière: Les contrôles routiers de retour en force. Lieu dit Bonassama à Bonabéri. Juste devant le tribunal de grande instance de Bonabéri en construction, un poste de contrôle de la police a été érigé ce lundi 22 décembre 2013. Très tôt dès 8 heures, le contrôle a déjà commencé. Voitures personnelles ou de transport en commun, tous sont interpellées. Les policiers qui assurent ces contrôles ont tout prévu, des herses et un motard pour rattraper les éventuels fuyards. Même si la brièveté (moins d’une minute parfois) de certains contrôles par rapport aux autres peut jeter du discrédit à l’opération, il est toutefois vrai que les contrôles routiers sont effectivement sur le terrain. Sur plusieurs autres axes routiers de la capitale économique camerounaise, ils sont visibles. Leur présence sur les routes de constater ces derniers temps une grande affluence dans les services de la délégation régionale des Transports du littoral. Essentiellement des automobilistes, ceux-ci y vont pour établir les pièces manquantes de leurs véhicules.
Le retour des contrôles routiers avait été annoncé à Yaoundé au cours d’un de point de presse donné par David Ewu Ngeme, directeur de la sécurité publique à la délégation générale à la Sûreté nationale (DGSN). Celui-ci soulignait que cette opération dont la durée n’a pas été circonscrite allait s’étendre sur toute l’étendue du territoire. Mais au regard de leurs spécificités, «l’accent sera mis sur les villes de Yaoundé et de Douala», indiquait-il. Raison évoquée : le désordre urbain constaté sur la voie publique dans ces deux villes.
En plus, ces contrôles visent également, d’après le directeur de la Sécurité publique à faire face au phénomène de transport clandestin qui prospère dans les agglomérations urbaines du Cameroun. Loin d’être une affaire de véhicule de transport en commun, tous les véhicules sont concernés par cette opération d’assainissement lancée en cette période de fêtes de fin d’année. Les policiers vérifient les permis de conduire, les vignettes, les plaques d’immatriculation Cemac, les polices d’assurance. Bref, toutes les pièces exigibles.

Les pièces exigibles aux différents véhicules.

http://www.lanouvelleexpression.info/index.php/home/2013-05-16-08-50-50/item/2341-securite-routiere-les-controles-routiers-de-retour-en-force

 

FRANCIA. Codice stradale - articolo L223-7. Le informazioni relative al numero di punti posseduti dal titolare di una patente di guida possono essere raccolte soltanto dalle autorità amministrative e giudiziarie che debbono esserne a conoscenza, escludend

on . Postato in Attualità e notizie

FRANCIA. Codice stradale - articolo L223-7. Le informazioni relative al numero di punti posseduti dal titolare di una patente di guida possono essere raccolte soltanto dalle autorità amministrative e giudiziarie che debbono esserne a conoscenza, escludendo i datori di lavoro, gli assicuratori ed ogni altra persona fisica o morale.
Ogni infrazione alle disposizioni del paragrafo precedente è punita con le pene previste dall'articolo 226-21 del codice penale.

Code de la route. - Article L223-7. Les informations relatives au nombre de points détenus par le titulaire d'un permis de conduire ne peuvent être collectées que par les autorités administratives et judiciaires qui doivent en connaître, à l'exclusion des employeurs, assureurs et toutes autres personnes physiques ou morales.

Toute infraction aux dispositions de l'alinéa précédent est punie des peines prévues à l'article 226-21 du code pénal.

La divulgation des mêmes informations à des tiers non autorisés est punie des peines prévues à l'article 226-22 du code pénal.

http://www.legifrance.gouv.fr/affichCodeArticle.do%3Bjsessionid=EA77877AADC8913EC675D868CBF9DF31.tpdjo09v_3?cidTexte=LEGITEXT000006074228&idArticle=LEGIARTI000006840969&dateTexte=20131223&categorieLien=cid