“Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della Strada”: Aversa protagonista, tutta Italia in diretta sul maxischermo di Catania

on . Postato in Attualità e notizie

ultimogiornata

 

VERONA. “La nostra linea associativa è supporto concreto alle famiglie e lo dimostra il nostro impegno quotidiano nella lotta per la sicurezza stradale”. A parlare è il presidente dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Alberto Pallotti, il quale ha rivelato che “per la prima volta, la Lega Calcio e la Lega Volley, che insieme superano i 5 miliardi di followers sui social, hanno sostenuto la nostra importante campagna in occasione della giornata mondiale. Tutto il mondo dello sport italiano si è unito per far fronte ad una difficile battaglia”.“Le nostre sedi hanno sensibilizzato gli italiani con gazebo, piazze occupate, croci a simboleggiare le nostre perdite e celebrazioni varie. Quest’anno saremo gemellati con l’Ungheria - conclude -, dove è sorta una prima associazione di vittime della strada, a seguito della strage del bus ungherese consumatasi a Verona il 21 gennaio del 2017”.

“Giornata mondiale in ricordo delle vittime della Strada”: sedi AIFVS Vicenza, Sorbolo e Paola in prima linea

on . Postato in Attualità e notizie

candela speranza

ROMA. Ultimi giorni di preparazione alla “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della Strada” per le sedi dell’Associazione Italiana familiari e Vittime della Strada Onlus, presieduta da Alberto Pallotti.

Tutti gli eventi in programma saranno collegati in diretta con la storica Piazza dell’Università di Catania, dove, grazie all’attivismo del referente Pietro Crisafulli, verrà installato un maxi schermo. Interverrà il presidente Alberto Pallotti, direttamente da Verona, e i responsabili di Fossò Venezia (Leonardo Carraro), Milano - frazione Trucazzano di Albignano (Daniele Francini), Aversa (Biagio Ciaramella), Napoli (Rosa di Bernardo), Parma (Tonino Morreale) e Vicenza (Maria Mennella).

SORBOLO - Tonino Morreale, responsabile della sede di Parma dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, in collaborazione con Lorenzo Ferrari, dell’Associazione Motociclisti Incolumi, ricordano, insieme per il sedicesimo anno consecutivo, le vittime della strada in una S. Messa presso la Chiesa SS. Faustino e Giovita in via 1 maggio, cui seguirà il volo dei palloncini bianchi verso il cielo.

VICENZA - Sarà piazza Alcide De Gasperi il centro del ricordo a Vicenza. La manifestazione avrà inizio alle ore 10:00 e terminerà alle 17. “Aiutateci a fermare la strage” è il titolo scelto dalla referente di sede dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Maria Mennella, madre di Sarah Avacedo, scomparsa a 24 anni mentre stava attraversando la Marosticana nel novembre del 2014. “Da madre di una vittima incolpevole della strada, ritengo sia quanto mai urgente creare una sinergia fra volontari, amministrazioni e forze dell'ordine col fine di originare questa mattanza - ha detto -. Solo con l’ impegno di tutti, possiamo attuare un cambiamento radicale. E’ necessaria consapevolezza di dover affrontare un’emergenza dedicandole tempo, competenze, continuità d’azione e, soprattutto, risorse”.

PAOLA - La responsabile della sede di Paola, in provincia di Cosenza, dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Maddalena Panaro, spiega come vivrà la giornata che il mondo dedica a chi non c’è più: “Il 17 novembre, in quasi tutte le piazze, si ricorderanno  le vittime della strada. Verranno ricordati i fratelli, i mariti, i padri, gli amici, le mogli  che hanno perso la vita a causa di distrazioni, negligenze, imprudenze e violazioni. Saremo tutti uniti per un solo grido, ovvero basta vittime, basta sangue innocente sulle strade. Sono numerose, ormai, le associazioni attive sul territorio nazionale. Reti fitte di volontari che trasferiscono messaggi alla società civile, come il rispetto della vita, il rispetto delle regole, il rispetto per il prossimo e per sé stessi. L’AIFVS Onlus, con il presidente Alberto Pallotti, in tutte le sue sedi del territorio nazionale, difenderà e manifesterà il rispetto per la vita. Ogni associazione si farà portatrice di un'attività, di una candela in memoria di tutte le vittime della strada e, in particolare, una speranza comune, quella di riuscire ad arrivare al cuore di ognuno di noi, affinché possiam vivere ogni giorno con senso di piena responsabilità. Le nostre azioni sono importanti; una guida responsabile salve vite umane. Quando parlo di vittime, parlo di intere famiglie distrutte dal dolore. Invito la collettività a dare rilievo a queste iniziative sociali, a partecipare e dare il proprio contributo, anche solo con l'ascolto. Dico sempre che se il mio operato, tangibile in quanto ad attività di informazione e prevenzione, servirà  a salvare anche solo una vita, sarà una gran vittoria”.

Sito web ufficiale Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus https://www.vittimestrada.eu/  

Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della strada: AIFVS Onlus attiva a Catania, Milano, Castelfranco Veneto e Fossò Venezia

on . Postato in Attualità e notizie

guni

ROMA. Domenica 17 novembre 2019 si celebra la “Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della strada”. L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, presieduta da Alberto Pallotti, sta organizzando, grazie all’operato dei responsabili di sede, diversi eventi in tutta Italia.

(VIDEO) Strage Bus Ungherese: il presidente AIFVS Onlus Alberto Pallotti rileva distanza tra pilone e Guardrail su A4

on . Postato in Attualità e notizie

pilone1

VERONA. Il presidente dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Alberto Pallotti, si è recato sull'autostrada A4 Milano-Venezia, all'altezza del comune di San Martino Buon Albergo, al cui correspettivo km austrodale, il bus ungherese andò a impattare, il 20 gennaio del 2017, contro un pilone, scatendo l'inferno di fuoco che portò alla morte di 17 persone, tra cui 11 studenti.

Bus Ungherese, perizia che scagiona Varga. Alberto Pallotti (presidente A.I.F.V.S. Onlus): “Tesi insostenibile, confidiamo nella giustizia”

on . Postato in Attualità e notizie

veronaperizia1

 

VERONA. “La nostra associazione è allibita per il contenuto della perizia che cerca di scagionare Janos Varga. Si tratta di una nuova dimostrazione di quanto ricostruire un incidente stradale nei tribunali sia divenuta un’impresa titanica. Ammetto che ne avremmo fatto volentieri a meno”. Ad usare un tono così critico è il presidente dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Alberto Pallotti, in relazione ad un documento di 44 pagine, redatto da un ingegnere incaricato dalla difesa di Janos Varga, in virtù del quale  sarebbe comprovata l’assenza al volante di  quest’ultimo, al momento dell’impatto del bus ungherese contro un pilone dell’Autostrada A4 Milano -Venezia. La tragedia, consumatasi a gennaio del 2017, non conosce ancora una verità.