A GHEDI. 71 croci in piazza per dire basta agli incidenti

on . Postato in Attualità e notizie

A GHEDI. 71 croci in piazza per dire basta agli incidenti
Ore: 16:00 | domenica, 18 maggio 2014
Flora, Marianna, Lorenzo , Martina sono solo alcuni dei nomi delle 71 croci poste a Ghedi per non dimenticare, per testimoniare la vicinanza con le famiglie e per fare sempre di più, grazie all’aiuto delle istituzioni e delle associazioni affinché «questo numero possa diminuire anno dopo anno. Un numero in forte calo: 10 anni fa le croci totali nel Bresciano erano 164 , nel 2013 sono fortunatamente scese a 71». Così Roberto Merli, presidente dell’Associazione «Condividere la strada della vita». Dati positivi, secondo Merli, grazie alla prevenzione fatta per merito di associazioni e istituzioni.

L'iniziativa, che ogni anno si rinnova in un paese diverso del Bresciano al fine di sensibilizzare sempre più persone ad una costante cautela sulla strada e dare evidenza ad un dolore che concorra a evitare nuovi lutti, si è tenuta domenica mattina nella piazza di Ghedi, proprio davanti alla Parrocchiale. Molti i parenti di giovani vittime di incidenti stradali che hanno voluto testimoniare con la loro presenza un dramma che, come confermato da alcuni di loro, è una ferita che non si rimargina mai.

http://www.giornaledibrescia.it/in-provincia/bassa/71-croci-in-piazza-per-dire-basta-agli-incidenti-1.1869143?ot=com.atex.plugins.printlayout.printPageLayout.ot

 

CONVEGNO. Prevenzione Infortunistica Stradale – Traumi cranio cervicali 20/05/2014 – Napoli – Palazzo Alabardieri, Sala Caracciolo

on . Postato in Attualità e notizie

CONVEGNO. Prevenzione Infortunistica Stradale – Traumi cranio cervicali 20/05/2014 – Napoli – Palazzo Alabardieri, Sala Caracciolo

con il Patrocinio della REGIONE CAMPANIA, DELLA V COMMISSIONE SANITA’ e dei COMUNI di:
Napoli, Marano, Calvizzano, Pomigliano d’Arco, Grumo Nevano.
L’evento è organizzato dalla U.O. NEUROCHIRURGIA A.O.R.N. Cardarelli in collaborazione con Il Mattino di Napoli
L’evento sarà moderato dal Direttore Alessandro Barbano.
Sono previsti interventi di:
Dr. Stefano Caldoro Presidente Giunta Regione Campania
Questore di Napoli, dr. Guido Marino
Generale Comando Carabinieri di Napoli, dr. Gianfranco Cavallo
Dr. Alfonso de Nicola Responsabile Staff Sanitario Società Sportiva Calcio Napoli
È prevista la partecipazione di:
PRESIDENTE GIUNTA REGIONE CAMPANIA Stefano Caldoro
SINDACO COMUNE DI NAPOLI Luigi De Magistris
SINDACO COMUNE CALVIZZANO Giuseppe Salatiello
SINDACO COMUNE GRUMO NEVANO Vincenzo Brasiello
SINDACO COMUNE MARANO Angelo Liccardo
SINDACO COMUNE POMIGLIANO Raffaele Russo
QUESTORE DI NAPOLI Guido Marino
COMANDANTE CARABINIERI Provincia di Napoli
COMANDANTI DEI VIGILI URBANI
Ore 09,30 Saluto delle Autorità
Presentazione della giornata ed introduzione ai lavori
M. Carandente (Dirigente Medico Neurochirurgo A.O.R.N. “A. Cardarelli”)
Presentazione dati statistici
A. Coppola (Presidente ACI Napoli)
Primo soccorso: il 118
G. Galano (Direttore V Servizio di Anestesia e Rianimazione A.O.R.N. “A. Cardarelli”- Centrale Operativa Regionale 118 e Territoriale 118 Napoli)
Accoglienza in Pronto Soccorso e Triage
F. Palladino (Direttore U.O. Pronto Soccorso A.O.R.N. “A. Cardarelli”)
Il trauma grave in Terapia Intensiva
M. De Cristofaro (Direttore U.O. Anestesia e Rianimazione A.O.R.N. “A. Cardarelli”)
Linee Guida del Trauma Cranico
R. Delfini (Presidente Società Italiana di Neurochirurgia)
Il Trauma Cranico
P. Caiazzo (Direttore U.O. Neurochirurgia A.O.R.N. “A. Cardarelli”)
Il Trauma Cervicale
A. Cigliano (Consigliere Società Italiana di Neurochirurgia)
La Prevenzione: stato dell’arte nei paesi occidentali
F. Servadei Past President e Responsabile Traumatologia Cranica Società Italiana di Neurochirurgia

 

Comunicato presidente AIFVS-ONLUS. UNIRSI PER FERMARE LA STRAGE STRADALE, NO A COLLAUDI E REVISIONI FACILI O FALSI!

on . Postato in Attualità e notizie

UNIRSI PER FERMARE LA STRAGE STRADALE, NO A COLLAUDI E REVISIONI FACILI O FALSI!

L'Associazione italiana familiari e vittime della strada-onlus (AIFVS) è impegnata su tutto il territorio nazionale per fermare la strage stradale.
In ITALIA sulla strada si muore, ed una lunga scia di sangue unisce il nord al sud.
Il terzo programma d'azione della Comunità europea individua tre cause principali di incidentalità stradale:
• i comportamenti umani,
• le infrastrutture,
• i veicoli.
Condividendo tale analisi, l'AIFVS intende continuare ed intensificare quanto ha già fatto negli anni passati per FERMARE LA STRAGE STRADALE!
Proprio di pochi giorni fa (8 maggio 2014) la notizia che un pullman, con due classi di studenti delle medie inferiori, ha preso fuoco sulla superstrada FI-PI-LI.

CHIEDIAMO CON FORZA

che le istituzioni nazionali e locali si attivino - come responsabili della salute pubblica - per prevenire gli incidenti stradali, anche eliminando il grave problema dei collaudi facili o falsi.
Sosteniamo con forza i familiari delle 40 vittime innocenti dell'incidente di Monteforte Irpino del luglio 2013, causato sia dal cattivo stato delle parti meccaniche del pullman che dal mancato rispetto degli standard europei di sicurezza nel tratto autostradale teatro del tragico evento.
Stando alle ultime indagini, l'ultima revisione effettuata sul mezzo sarebbe addirittura falsa!
Unirsi per fermare la strage stradale è un imperativo morale per tutti i cittadini, in particolar modo per quelli impegnati nell'amministrazione della cosa pubblica.
Nostre parole d'ordine:
PREVENIRE GLI INCIDENTI STRADALI!
RISPETTARE LA VITA UMANA!
NON ESSERE COMPLICI DELL'IN-SICUREZZA STRADALE!

IL PRESIDENTE AIFVS-onlus Alberto Pallotti